menu

07.03.2022

POLESINE SOLIDALE CON L’UCRAINA, PRONTI DUE TIR

Anche la provincia e il territorio di Rovigo aprono le porte alla solidarietà e all’accoglienza nei confronti dei profughi ucraini in fuga dalla guerra. Sono numerose le iniziative pubbliche, ma anche private di sostegno alle persone che stanno cercando di fuggire dagli eventi bellici di questi giorni. Particolarmente dinamica è l’attività della ONLUS Bandiera Gialla che porta avanti incessantemente l’iniziativa Rovigo for ucraina. Tanti i beni di prima necessità che i polesani, ma non solo, hanno portato nei capannoni dell’associazione ...di via Tre Martiri, ex centro gomme; beni che a breve saranno caricati su due camion che approderanno prima a Varsavia per poi entrare successivamente in Ucraina e raggiungere le tantissime persone che al momento hanno scelto o sono ancora costrette a rimanere all’interno dell’Ucraina. Beni e prodotti di prima necessità per bambini ed adulti, prodotti medicinali e sanitari, alimentari e a lunga conservazione sono in cima alla lista di ciò che serve. Oggi è previsto il rientro del primo tir che ha lasciato Rovigo nella notte di venerdì con il primo carico di beni per le popolazioni sotto i bombardamenti. Per l’organizzazione di ulteriori viaggi servono ovviamente fondi. Mandare un tir in Polonia e poi farlo rientrare costa tra i 1300 e i 1400 euro sommando la spesa per il gasolio e quella per l’autostrada. Proprio per questo è stato aperto un conto corrente disponibile sulla pagina facebook dell’associazione al quale devolvere le varie offerte. La quota raccolta fino a questo momento supera i 1500 euro ma è chiaro che l’obiettivo è fare di più così da poter aiutare il maggior numero di persone.

Servizi 07 Marzo 2022

17/06/2024 TG Rovigo

03/06/2024 TG Rovigo

Telegiornali